Sunday - Jan 01, 2017

Lo sport su Youtube: il caso GoPro


il social media marketing di gopro, gopro sci surf, gopro felix baumgartner

Se avete visitato la pagina about me avrete ben capito che tra le mie passioni c’è la registrazione di video con la GoPro oltre che il montaggio, per questo oggi ho deciso di dedicarle un articolo.

Nick Woodman, CEO GoPro, lo sport su youtube e il suo successo sul social media marketing con goproPensate che quest’azienda, la Woodman Labs, nasce nel 2003 dall’idea di un surfista, Nick Woodman, il quale cercava un modo per riprendersi mentre praticava del surf. Così ideò un brand che già nel nome racchiudeva l’essenza del suo messaggio “GoPro” traducibile con “Diventa Professionista”, e pensate che per risparmiare come prima sede scelse un furgoncino.

Oggi, invece, a seguito di numerosi investimenti da azionisti esterni, come la Foxconn, si ritrova ad avere un’azienda di valore superiore ai 200 milioni di dollari (Dato a dicembre 2012), oltre che aver dichiarato a inizio 2014 di esser pronto ad entrare nel mercato azionario. Andiamo a vedere come ha investito le sue energie sul social media marketing.

GoPro e Youtube

La svolta viene proprio nel 2010 con la realizzazione della prima GoPro capace di realizzare video in HD presentata su Youtube con questo video.

Ancora mi ricordo che questo video nel mondo sportivo sciistico  aveva iniziato a girare moltissimo, facendo nascere molta curiosità per questa mini-videocamera. Avendo saputo scegliere bene che mezzi di comunicazione usava il proprio target, pochi mesi più tardi cominciarono ad aumentare a dismisura i video realizzati con GoPro, ma non dall’azienda stessa, ma da ragazzi che l’avevano acquistata per riprendersi nelle loro imprese sportive. Questi ragazzi poi, erano altrettanto spinti a creare contenuti di qualità in quanto l’azienda condivideva nel proprio canale i video più belli, oltre che premiare ogni giorno attraverso i concorsiVideo of the day” e “Photo of the day“, il video e la foto migliore che era stata pubblicata. Il brand quindi, grazie al web, ha potuto accedere alla dimensione sociale, con il vantaggio di poter conoscere meglio i propri consumatori e incentivarli ad usare la propria videocamera.

gopro in acquaLa capacità della Woodman Labs è stata proprio questa. Quella di far pubblicizzare la fotocamera dai propri utenti con i loro video, e mentre l’azienda sponsorizzava sempre più atleti per creare nuovi video ancora più specifici su ogni sport, Youtube veniva sommerso da nuovi video di utenti, i quali cercavano anche di ispirarsi allo stile di montaggio di quelli del brand stesso. Oltre ai video delle imprese sportive, l’azienda di Woodman si mise anche a fare dei video tutorial, per esempio su come riprendere al meglio in acqua con la microcamera, pubblicandoli su un canale apposito “GoProTutorials”. Del tutto normale direte voi, ma la cosa curiosa è che si misero a farli anche molti compratori, realizzando talmente tante visualizzazioni da superare anche quelle del canale aziendale, infatti, se voi cercate “GoPro tutorial” su youtube, tra i primi risultati vi verranno fuori video non realizzati dalla Woodman Labs, ma da veri fanatici del brand.

gopro hero 3+, la miglior micro camera al mondo, youtube e sport marketing

Tutto ciò ha contribuito a creare molta e-fidelity, ed il fatto di avere una buona base di clienti fedeli ha di certo aiutato l’azienda per la previsione delle vendite e quindi all’ottimizzazione della fase produttiva. Immaginate quante energie ha risparmiato l’area marketing per tutti i video di qualità da lei non realizzati e che continuano ad incrementare la visibilità del brand, con il valore aggiunto di essere pubblicizzato da utilizzatori estranei all’azienda, un fattore molto importante se si pensa che quando un bene è difficilmente valutabile, gli acquirenti cercano sempre più consigli da utenti esterni all’azienda. Nonostante oggi ci siano ormai altri concorrenti del marchio come Nilox o Sony la sua brand awareness continua ad essere molto alta, tanto che ormai per intendere una microcamera molti pronunciano direttamente la parola “GoPro”.

Avendo un prodotto per la registrazione video, Nick Woodman non avrebbe potuto scegliere un social network migliore di Youtube per lanciare la sua creazione, ma la vera particolarità sta nell’aver saputo creare una community fortemente legata al suo marchio. Il vantaggio di creare una community così ampia ed avere un team dedito solo all’area social porta ad un miglior supporto del cliente, ad una maggior fiducia da parte di quest’ultimo, e ad una riduzione dei costi sostenuti per la loro acquisizione, in quanto protratti su un periodo temporale più ampio. Non solo, queste tipologie di clienti si indirizzano verso un mix di acquisti, quindi dal prodotto di base se ne aggiungono altri, attività conosciuta come cross selling. Un esempio può essere dato dalla numerosa quantità di accessori (Per sci, surf, snowboard, paracadutismo, ecc.) creati appositamente per ogni sport che l’utente vuole praticare.

Negli ultimi anni l’azienda ha cercato collaborazioni con grandi brand tra cui Red Bull (Per l’articolo sul social media marketing di Red Bull clicca qui) e di sponsorizzazioni sempre più ricercate come per esempio Felix Baumgartner, protagonista assoluto e recordman del Red Bull Stratos, ve lo ricordate?

Oltre a nuove sponsorizzazioni ed eventi, negli anni GoPro progetta prodotti sempre più evoluti accompagnati da nuovi accessori che ne aumentano la versatilità; lanciandoli con video sempre più elaborati ed emozionali.

Oggi ho cercato di riassumervi in breve ciò di cui è stata capace la Woodman Labs in questi pochi anni concentrandomi su Youtube, in quanto considerato uno dei suoi punti di forza. Voi conoscete altri social network in cui questa azienda ha saputo emozionare così tanto?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code
     
 

Predefined Skins

Primary Color

Background Color

Example Patterns

demo demo demo demo demo demo demo demo demo demo