Sunday - Feb 12, 2017

Come valutare il successo dei vostri social con le KPI [3/3]


Lovett e KPI per i social media

Dopo aver scoperto i primi 4 obiettivi di Lovett con le rispettive Key Performance Indicators, oggi andiamo a scoprire gli ultimi 2 obiettivi e 3 indici.

Promozione dell’advocacy

Il primo obiettivo di oggi ha a che fare con la promozione del proprio prodotto attraverso i clienti stessi in modo che ne parlino ad amici e parenti di loro spontanea volontà. L’advocacy sarà sempre migliore se il prodotto o servizio offerto è soddisfacente e di alta qualità. Nel nostro sito o nel mondo web,  se abbiamo delle persone appassionate per il nostro brand sarebbe utile sviluppare delle relazioni con essi, con il fine di promuovere il nostro marchio tra la gente. Nintendo 3DS nel 2011, per esempio, fece un ambassador program con il quale individuò i compratori che avevano acquistato la piattaforma prima dell’agosto 2011 al prezzo di 250$, invece di, 170$; essi per diventare “ambasciatori” dovevano registrarsi al sito Nintendo, fare l’upload al sistema e così facendo avrebbero ricevuto 20 giochi gratuiti, oltre che il “certificato di ambasciatore”.  Tutto questo l’hanno fatto per promuovere l’advocacy e premiare i compratori che hanno utilizzato la consolle pagando un prezzo maggiore. Stakeholder (Portatori di interesse di una certa iniziativa economica) o opinion leader (Leader d’opinione, considerati tali da chi li segue) non sono presi in considerazione. Calcolare il tasso di attività potrebbe essere utile per individuare gli utenti che ci servono.

Tasso di attività: Membri attivi / Totale dei partecipanti all’ambassador programm

Stimolare l’innovazione

Tramite blog, forum e social network un’azienda può trovare ottimi spunti per la propria attività e per la creazione di nuovi prodotti. Certe grandi aziende sono anche arrivate a creare spazi appositi per fare in modo che appassionati del brand diano spunti di riflessione o propongano nuove idee. Un esempio può essere il programma “Il mulino che vorrei” messo in atto da Barilla, dove invitava i propri consumatori a suggerire nuove ricette da realizzare con i prodotti del marchio stesso (spiegato più nello specifico all’inizio di questo post). Alla fine di tale progetto sarà stato utile calcolare la percentuale di idee pertinenti rispetto alle totali ricevute, con il seguente calcolo.

Indice idee interessanti: Idee pertinenti / Idee pervenute complessive

Più il risultato sarà vicino al 100%, maggiori saranno le idee pertinenti.

Oltre alle idee pertinenti ci saranno anche le idee più condivise, votate o commentate da parte di altri consumatori che magari potremo rivalutare più avanti. Potrebbe essere utile quindi, calcolare anche queste ultime con il seguente indice.

Indice impatto idee: Idee più apprezzate / Idee pervenute complessive

Il risultato ci darà la percentuale di idee che sono state più interessanti per gli utenti.

I 6 obiettivi di Lovett

Con questo ultimo post abbiamo completato gli obiettivi:

  1. Incremento della visibilità;
  2. Incoraggiamento al dialogo;
  3. Generare interazioni;
  4. Facilitare il supporto;
  5. Promuovere l’advocacy;
  6. Stimolare l’innovazione.

 

Per creare questi post sulle KPI utili alla nostra azienda ho preso spunto dal libro di Vincenzo Cosenza intitolato “Social Media ROI” [Apogeo]

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code
     
 

Predefined Skins

Primary Color

Background Color

Example Patterns

demo demo demo demo demo demo demo demo demo demo